Zurück
Vor

Porsche #2# The golden years · Gli anni d’oro

ISBN-10: 8879117017

ISBN-13: 9788879117012

 

Sofort versandfertig, Lieferzeit ca. 1-3 Werktage

85,00 € *
 
 
 
 
 

Porsche #2# The golden years · Gli anni d’oro

by Leonardo Acerbi

Iconic cars such as the 356’s and the immortal 911’s, extraordinary success stories in the classic endurance races, great champions and remarkable engineers. These are the principal ingredients of Porsche. The Golden Years, a book examining the full history of the legendary Stuttgart firm, from the first steps taken by its founder Ferdinand until 1998 (year of the death of his son Ferry) - with spectacular and previously unpublished images by the photographer Franco Villani. The Porsche 356 with both closed and open bodywork was the model that in 1948 officially inaugurated the catalogue of the celebrated Stuttgart firm. In that difficult period o reconstruction the Dr. Ferdinand Porsche, artificer of the car (and founder of the marque) was already an undisputed authority in the automotive field for having designed the Volkswagen Beetle, the people’s car, at the behest of Adolf Hitler in the late 30s. The Porsche 356’s were “legitimate offspring" of the Beetle and soon found favour with the public: they were sporting cars that were easy to use in everyday life. This is the true Porsche “DNA”, confirmed with the launch of the 901, or rather the 911 that first saw the light of day in 1963, a model that soon became a planetary success story, a car capable of traversing the decades while maintaining intact its appeal through to the present day. The Porsche name also evokes the innumerable victories obtained in legendary endurance races such as the Le Mans 24 Hours and the Targa Florio, in the World Rally Championship and in the great African raids such as the Paris-Dakar, as well as in Formula 1 as an engine supplier to McLaren in the early ‘80s.


Iconiche vetture come le 356 e le immortali 911, straordinari successi nelle grandi corse Endurance di un tempo, ma anche grandi campioni e geniali tecnici. Questi gli ingradienti principali di Porsche.The golden years, volume che ripercorre l’intera storia della mitica Casa di Stoccarda, dai primi passi mossi dal suo fondatore Ferdinand sino al 1998 (anno della scomparsa del figlio Ferry) - anche attraverso le spettacolari immagini sin ora del tutto inedite del fotografo Franco Villani. La Porsche 356 con carrozzeria chiusa e aperta è il modello che nel 1948 inaugura ufficialmente il catalogo della celebre Casa di Stoccarda. In quei difficili anni di ricostruzione, l’Ing. Ferdinand Porsche, artefice della vettura (e fondatore del Marchio) è già un’indiscussa autorità nel campo dell’automobile per aver progettato, la Volkswagen “Maggiolino”, l’auto del popolo, voluta da Adolf Hitler sul finire degli anni Trenta. Le Porsche 356 sono “figlie legittime” del Maggiolino e non impiegano troppo tempo per incontrare il favore del pubblico: sono vetture di impronta sportiva, ma si possono usare senza difficoltà nella vita di tutti i giorni. Questo è il vero “DNA” Porsche che trova altre conferme con il lancio della 901, o meglio, della 911, apparsa nel 1963, un modello che si tramuta ben presto in un successo “planetario”, in un’automobile capace di attraversare il tempo mantenendo intatto il proprio fascino sino ai nostri giorni. Ma il nome Porsche evoca anche innumerevoli vittorie conquistate nelle leggendarie gare di durata, come la 24 Ore di Le Mans o la Targa Florio, nel Campionato del Mondo rally o nei grandi “raid” africani come la Parigi-Dakar, ma anche in Formula 1, in veste di fornitore di motori per la McLaren nei primi anni Ottanta.


Buch, Hardcover, 29 x 30,5 cm, 360 Seiten, zahlreiche überwiegend farbige Abbildungen, zweisprachiger Text (englisch/italienisch)